Graffiare in casa, c’è differenza tra gatto maschio e femmina?




Graffiare in casa, c’è differenza tra gatto maschio e femmina?
3.6 10 voti

Prima di comprare un tiragraffi spesso ci si chiede se poi la gatta o il micio in casa lo utilizzerà. Si può capire in anticipo? In effetti non tutti i gatti hanno lo stesso comportamento e questo può influire sulle probabilità di successo dell’acquisto.

 

Differenze tra gatti maschi e femmina

Quando si sceglie un gatto per arricchire la famiglia, bisogna considerare anzitutto il sesso perchè maschi e femmine hanno un comportamento diverso. Bisogna comunque tenere conto che, indipendentemente dal genere, la personalità di un gattino può cambiare quando si sviluppa in età adulta.

 
I maschi sterilizzati e le femmine sterilizzate si comportano in maniera simile e sono generalmente giocosi e affettuosi. I maschi spesso sono più coccolosi rispetto alle femmine e hanno maggiori probabilità di accettare altri gattini in famiglia, ma ciò è determinato anche dalla personalità del gatto. I gatti adulti sterilizzati sono di solito la scelta migliore, poiché i gattini hanno bisogno di un sacco di tempo e di attenzione e sono distruttivi, specialmente amano grattare e arrampicare su mobili e tende.

 
Gatti maschi non sterilizzati – comportamento
I gatti maschi adulti che non sono sterilizzati sono più propensi a trascorrere il loro tempo a marcare il territorio e cercare le femmine. Possono fare la pipì in casa per contrassegnare il territorio, provocando odori e macchie. Se lo lasciate uscire andrà in cerca di gatte femmine nel quartiere cercando di proteggere il proprio territorio contro altri gatti maschi. I maschi sono più aggressivi delle femmine. Per questo generalmente si preferisce un gatto femmina.

 
Gatti femmine non sterilizzate – comportamento
Le femmine che non sono sterilizzate presentano alcuni comportamenti che possono essere problematici per molti proprietari. Durante il calore tendono a piangere in continuazione e se la farete uscire andrà alla ricerca di un compagno con il rischio di tornare in uno stato di gravidanza, causando ulteriori conseguenze, costi veterinari per le visite e nuovi gattini in casa.

 
Detto questo, ciascun gatto in età adulta ha un comportamento unico che è il risultato delle esperienze vissute e dell’educazione data dai padroni di casa. Ricapitolando, avere un gatto femmina o maschio in casa non fa alcuna differenza per l’utilizzo di un tiragraffi. Se il gatto è piccolo e abituato a graffiare sarà più semplice invogliarlo ad usarlo. In età adulta solitamente sono più pacifici ma hanno sempre la voglia di farsi le unghie per cui un oggetto di questo tipo potrebbe essere la soluzione a divani graffiati, mobili rigati e tende strappate.

 

Ti potrebbero interessare...