Non un semplice tiragraffi, voglio il meglio per il mio gatto

Non un semplice tiragraffi, voglio il meglio per il mio gatto
3.57 7 voti

tiragraffi componibili

L’altro giorno ho avuto modo di relazionarmi con una mia amica che ha da poco preso il gatto.
Mi chiedeva i soliti consigli legati alla lettiera, alle visite “obbligatorie” da fare e a certi comportamenti alquanto incomprensibili per lei che il gatto faceva nei primi giorni di convivenza nella nuova casa. Io le ho subito risposto di prendersi cura ovviamente del gatto ma non preoccuparsi di certe strane abitudini iniziali che non denotano particolari problemi ma sono solo normali atteggiamenti che avvengono quando il gatto non ha ancora familiarizzato col nuovo ambiente. Mi premeva, visto che sono solo alcuni giorni che possiede il gatto, di consigliarle l’acquisto di un tiragraffi in modo da far giocare il micio subito con il giusto oggetto prima che sia lui a trovare qualcosa di interessante in casa che è tutto tranne che un giocattolo.

Alla domanda “quale secondo te è il tiragraffi migliore?“, non ho avuto una risposta pronta. In effetti, cosa si intende per migliore? La resistenza? La qualità? O la grandezza del tiragraffi e la sua estetica?
A mio avviso è migliore il tiragraffi che piace al proprio gatto e non al padrone. Un gioco per il gatto che possa aiutarlo a dare libero sfogo e farsi le unghie senza rovinare tessuti e oggetti nell’abitazione.

Quando si pensa ad un bel tiragraffi si fa spesso riferimento a quelli tedeschi, i componibili che convogliano l’utilizzo della colonna ad una struttura imponente, una sorta di “Casa del gatto” in cui regna sovrano.

Facendo una breve ricerca su internet, si possono distinguere due strade: quelli che cercano di risparmiare sul tiragraffi facendoselo in casa e il risultato, in certe circostanze, è più bello di quello acquistato in negozio; chi invece va sul sicuro, legge recensioni e si informa e non bada a spese portandosi a casa un tiragraffi immenso, per non dire colossale, adatto a gatti di grossa taglia come questo.

A mio parere la scelta dipende dal budget e dallo spazio che si ha a disposizione. Tenuto conto che comprare un tigragraffi grande per poi metterlo in una stanza dove il gatto non va quasi mai è una spesa inutile.
Ma all’affermazione “ho la fortuna di avere spazio in casa e spendo volentieri soldi per il mio gatto“, cosa risponderebbe un esperto di tiragraffi? Beh, si potrebbe rispondere con “ho visto cose che voi umani…“; ovvero ci sono tiragraffi che neanche ve lo potete immaginare. Definirlo “cool” è poca roba. Quando vedrete questa gallery rimarrete a bocca aperta e probabilmente il vostro gatto guardando il computer avrà gli occhi lucidi a cotanta vista.

Forse tra questi si cela veramente un tiragraffi capace di definirsi “Il migliore“.

GUARDA LA GALLERY ->

Ti potrebbero interessare...