Il gatto bengala

Il gatto bengala
4 12 voti

gatto bengala carattere




 

Le origini del gatto bengala sono un po’ curiose, perché la specie animale nacque grazie all’incrocio nel 20° secolo.

Probabilmente la nascita del felino si deve ad un esperimento medico compiuto dal dottor Centerwal, nel 1973.

Il medico veterinario cercò infatti di rendere immune i gatti dalla leucemia felina, incrociando un esemplare con il gatto asiatico, ma il suo esperimento fallì, anche se diede vita ad un nuovo splendido esemplare: il gatto bengala (i primi esemplari ottenuti dall’incrocio avevano un temperamento piuttosto nervoso, ma successivamente, incrociando diverse razze feline, i gatti si mostrarono più docili verso l’uomo e ben disposti alla vita domestica).

Se desiderate la compagnia di un gatto giocoso ma che al contempo non abbia perso la sua natura selvatica il bengala è l’animale di compagnia giusto per voi, perché si caratterizza per un temperamento gentile ma allo stesso tempo intraprendente, con un carattere affettuoso e vivace (il suo temperamento attivo si manifesta soprattutto nella caccia, perché è un abile predatore ed ha un andamento molto sicuro).

 
Caratteristiche del Bengala

Il suo aspetto estetico ricorda vagamente quello di uno leopardo, perché si caratterizza per un corpo quasi maculato con macchie grosse e rotonde estese per tutto il corpo (più o meno visibili in base all’esemplare).

Il maschio ha una costituzione fisica molto muscolosa e una struttura ossea piuttosto robusta, entrambi i sessi si caratterizzano inoltre per le zampe atletiche di media lunghezza, che terminano con dei graziosi piedi rotondi.

La coda si presenta molto affusolata nell’estremità, mentre nella parte più alta è folta e robusta.

Il corpo del gatto bengala è ben proporzionato alla testa, gli occhi sono a mandarla, e quindi di forma leggermente ovale, con degli zigomi prominenti.

Se si prende un bengala in casa bisogna rispettare il suo carattere selvatico e autonomo, benché sia un animale molto socievole, infatti, il felino ha bisogno di muoversi in totale libertà e non disdegna dunque una certa autonomia.

 
Cibo preferito

Per quanto riguarda l’alimentazione, invece, il gatto ama la carne e il pesce, ma non disdegna gli alimenti vegetali.

Se volete fare felice il vostro bengala dovete prediligere un’alimentazione basata su croccantini di carne o pesce (cibo secco), alternando con scatolette in umido.

Come tutti i felini infatti è carnivoro, e per alimentarlo potete optare anche per i cibi finalizzati all’alimentazione umana, ma senza esagerare (evitate gli avanzi di macelleria e periodicamente alimentate il vostro gatto con vitamine).

Si sconsiglia di nutrirlo scarti o avanzi della tavola, come pasta, riso o cibi fritti.

 
 

Fotografie della razza felina Bengala

Una selezione di bellissime immagini del Bengala.


Fonte: Pinterest
 



Ti potrebbero interessare...